COMPAGNIE TELEFONICHE… Lo specchio della nostra società

Lo so, non ho peli sulla lingua e preferisco scrivere qui che mettere una stellina come un pirla per esprimere un mio giudizio negativo, gnè gnè gnèèè! Ti metto una stellina con una bella pernacchia, cos’è siamo tornati all’asilo? Ma per carità.

L’altro ieri mi sono recato presso un centro wind, ebbene sì, dopo circa 6 anni ho messo nuovamente piede in un centro di assistenza wind. Dovete sapere che oggi siamo talmente tecnologici che ho dovuto prendere la mia bella macchinina per andare da quel simpaticone della Wind.

Premesso che, non sono mai stato troppo attento ai piani tariffari, recentemente però, ho iniziato a chiedere ad amici e colleghi che contratti avessero e con che compagnie, un po’ per fare due chiacchiere un po’ per ricavare informazioni utili.

Io ho 3000 giga a 5 eur, io ne 5000 a due, io ho 5000 giga più chiamate più sms e inclusa ho la segretaria della Vodafone.

Per farla in breve io avevo un terzo dei gigabyte al doppio se non il triplo delle tariffe medie e ancor peggio la stessa wind sputava tariffe fresche fresche e super convenienti ai nuovi clienti.

Ok ok, vi fermo subito, lo so perfettamente anch’io che non siamo nel mondo della Mulino Bianco, con tutta la famiglia che si alza e si saluta la mattina.

Però ho avuto clienti pure io e ho sempre premiato quelli fidelizzati e non il contrario.

A rigor di logica, mi dai fiducia da tanto tempo, bene, ripago la tua scelta facendoti uno sconto, dandoti un premio, che ne so.

Ebbene signori, oggi funziona al contrario, sei un cliente vecchio? Allora ti spolpo finché posso, sei nuovo, ciao come va? Come stai?Con tanto di danza del ventre. E così succede anche per tante altre cose.

Va beh, che dire…ora anch’io ho una segretaria tutta mia della wind inclusa nel nuovo piano tariffario…

dire CIAO, quanto costa in termini di dispendio calorico?

Recenti studi affermano che salutare quando si incrocia una persona, possa avere pesanti ripercussioni a livello metabolico.

Gli stessi studi hanno poi emanato una classificazione in ordine crescente di consumo calorico, in base alle diverse tipologie di saluto:

  • Muovendo solo il capo;
  • Dicendo ciao solo con il movimento delle labbra;
  • Dicendo ciao utilizzando la voce;
  • Associando il ciao ad un movimento con la mano;
  • Sorridendo mentre si dice ciao.

Lo studio precisa poi che non salutare non ha un costo in termini di calorie pari a zero, perché se chi incrociate avrà detto ciao prima di voi, i segnali inviati dalle sue corde vocali verranno capitati dal vostro udito e questo avrà comunque come effetto, un leggero costo in termini energetici.

Ecco spiegato del perché, quando salutate qualcuno senza ricevere alcuna risposta, non solo quel qualcuno, non vi ha salutati, ma vi guarderà pure con faccia da incazzato.

Tali studi si sono rivelati però fasulli, perciò signori, dite pure ciao quando incontrate qualcuno, NON VI COSTA NULLA…

UNA TAVOLA PIATTA

C’è qualcosa che non mi torna…

Dai, ci butto una frase fatta, fatta ma vera, com’è che vedo gente con zero competenze, ricoprire ruoli di un certo livello? Quando dico zero, intendo, zero, nulla, Nada.

Ho sempre ammirato chi ne sapeva più di me, chi era più bravo, chi esprimeva un livello superiore al mio.

Ho sempre cercato di copiare atteggiamenti vincenti, per poter migliorare a mia volta, scoprendo poi che tale atteggiamento, rappresentava una colonna portante della PNL.

Il problema ad oggi, sta nel fatto che, non so più da chi copiare. Anno dopo anno, ho assistito ad un totale decadimento della qualità.

Vi faccio un esempio, come faccio a plasmare un atteggiamento vincente, copiando dal mio responsabile, se ne sa meno di me?

Avrei preferito responsabili stronzi ma competenti, preparati, forti nel loro settore, qualsiasi esso sia e sia stato, piuttosto che il contrario.

Eppure mi scontro quotidianamente con questo dilemma.

Mi verrebbe da dire che non c’è meritocrazia, ma sarebbe un’altra frase fatta,

O che va avanti chi ha la spintarella, daje, è una frase fatta.

Allora vi dico che, questo sistema mi fa cagare,va bene così?questa è una frase mia.

E udite udite, prima o poi qualcuno ne pagherà le conseguenze, le conseguenze di questa moria di competenze, di questo piattume, di questa non voglia di emergere, migliorare, esplorare…

Anzi, sapete che c’è, ne stiamo già pagando le conseguenze.

Questo mare mi sembra sempre di più, UNA TAVOLA PIATTA.