Sembrò di sognare

“Francesco, dai leviamo le tende, mi sto addormentando”.

Stavo morendo dalla sonno, ma di schiodarsi di lì, proprio non se ne parlava.

Il mio compare di marachelle quella sera era molto più attivo del solito, in più aveva incontrato una vecchia conoscenza, una ragazza che beccavamo spesso nei locali della zona.

Tornato single da qualche mese, ogni occasione era buona per non tuffarsi nella depressione notturna, della propria stanza da letto.

Ultimamente quindi, era diventato impossibile rientrare prima di una certa ora, non a caso erano già le quattro di mattina. Distrutto da un’intensa giornata di lavoro, mi apprestavo con molta fatica a terminare la mia birra, offerta appunto dall’impavido guerriero della notte, nel tentativo di prolungare la mia agonia e il suo sterile tentativo di rimorchiare la ragazza.

“Mezz’ora e me la squaglio e guai a te se mi rompi i coglioni”

Con un cenno del capo, accettò la proposta, di lì a poco ce ne saremmo andati e visto che la signorina non mi sembrava propensa all’accoppiamento, direi che sarebbe stata la soluzione migliore per entrambi.

Finalmente la mezz’ora se ne andò, erano da poco passate le 4.30, mi diressi verso Francesco e praticamente lo portai via di peso. Giunti alle macchine un saluto veloce e partimmo. Lui arzillo come un bambino in un negozio di giocattoli, mi precedeva.

A fatica riuscivo a tenere gli occhi aperti, a tratti mi sembrava di essere già in un sogno, la strada che scorreva, il brusio del motore, le luci rosse della sua macchina e l’incrocio dove avrei dovuto girare…

O cazzo…

di colpo sterzai compiendo di fatto una manovra fisicamente impossibile, la botta fu violenta, gli airbag esplosero e il fumo per qualche istante mi annebbiò ulteriormente la vista.

Le orecchie fischiavano, notai subito del sangue sulla mano e tra tutte le cose alle quali avrei potuto pensare, mi preoccupai dei danni alla macchina.

Il muso era letteralmente sparito, ricordo la faccia di Francesco più bianca della mia.

E fu così che anche quella notte di merda terminò.

2 comments

  1. wwayne · ottobre 15

    Sarà anche stata una notte di merda, ma ti ha ispirato un gran bel post! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...