WE WERE SOLDIERS-addestramento

Ore cinque, la campanella suona a più non posso, la schiena già mi duole. In fretta e furia mi vesto e mi catapulto in corridoio per l’appello. Se tardi, oltre a qualche insulto, sono previsti dei gran piegamenti.

Ai tavoli arriva una misera colazione polacca, le ossa sono già rotte dal viaggio e dal materasso, scambiamo due chiacchiere, una sigaretta e poi ci viene dato l’ordine di preparare il furgone.

Mister K vuole scambiare nuovamente quattro chiacchiere con noi, ci sono ancora parecchie cose a livello logistico da sistemare e perché no, ci concediamo un salto al Luna Park, l’armeria.

Un saluto, una stretta di mano e di nuovo tutti sul furgone, si torna in cava, questa volta si inizia sul serio, ci aspetta un mese difficile, ne usciremo massacrati, i mezzi sono pronti, l’adrenalina è alle stelle.

E qui mi fermo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...