Alzati e combatti

Finalmente il momento era arrivato, quel pomeriggio avremmo combattuto. Era da un po che ci studiavamo, come fossimo due galli.

Due galli nello stesso pollaio? Non esiste lo sapete.

Lo riconosco subito l’atteggiamento di uno che ti vuole sfidare, non era la prima volta che parlando, mi chiedeva di potersi allenare con noi.

E lo faceva sempre, con un non so che di supponente, come a voler dimostrare qualcosa, quel qualcosa era abbastanza palese a tutti, si voleva battere con me, voleva confermare a se stesso che era il migliore.

Beh, che dire, anche se non era una competizione ufficiale, perché no? Sfida accettata.

Le sfide vanno sempre accettate, di qualsiasi natura esse siano, non ci si puoi mai esonerare, non si può mai delegare a qualcun altro, questa è la vita di un uomo. Per tutto il resto ci sono i tuttologi, quelli bravi a parole, i faccio, io ho fatto, io ero, io dirigo… Dirigi che?

Ma torniamo a noi, dopo diverse settimane di tira e molla, venne il giorno. Entrambi eravamo abbastanza carichi, un po di riscaldamento con i ragazzi, qualche lavoro tecnico sugli spostamenti, qualche combinazione e finalmente lo sparring. Lo sparring è la parte dell’allenamento, solitamente quella finale, dove si combatte, cercando di dosare la potenza dei colpi. Nel nostro caso, ben poco sarebbe stato dosato.

Lui partí subito aggressivo, già lo sapevo e mi infilò un paio di combinazioni che mi portarono subito con i piedi per terra, si muoveva bene il ragazzo, colpiva e poi si spostava per poi entrare nuovamente, aveva fiato ed era determinato. Io ero sulla difensiva, cercavo di studiarlo, a fatica, perché i colpi fioccavano da tutte le parti.

Combattere è una cosa meritocratica, non come la schifo di società che ci siamo creati, se sei bravo vinci, altrimenti soccombi. Fine. Questo è combattere.

Vinci, perdi, non importa, l’importante è combattere.

Beh, volete sapere com’è andata a finire?

Io arretravo e lui colpiva, a dirla tutta, un paio di colpi mi avevano quasi portato a terra, però poi al primo errore, boom, colpii così forte in direzione del suo plesso solare che volò a terra privo di forze.

8 comments

  1. Giusy · settembre 17

    aaahhh.. quindi combatti? Comunque siamo troppo abituati e concentrati sul risultato (confuso poi con l’essere il più forte, sempre e a tutti i costi) che nemmeno più sappiamo che il lavoro vero è quello che precede l’atto del combattere stesso e – di converso- il momento stesso del combattimento (ovviamente parlo per metafora associativa con i contenuti psichici). Buon pomeriggio!

    Piace a 1 persona

    • Whisky Cigar and workout · settembre 17

      Esatto, hai detto una cosa verissima, combattere non vuol dire essere il più forte a prescindere. Si combatte prima di tutto con se stessi. Grazie psy. ☺

      Piace a 1 persona

      • Giusy · settembre 17

        molti ragazzi visti o seguiti, non a caso, combattono o vengono indirizzati verso quel tipo di disciplina. La lotta verso/con sé resta sempre il punto di partenza… Poi possiamo o meno scegliere (consapevolmente o meno) tecniche e strategie diverse..

        Piace a 1 persona

      • Whisky Cigar and workout · settembre 17

        Anche molte persone apparentemente non problematiche dovrebbero essere indirizzate al combattimento. Imparerebbero ad essere un po più umili.

        Piace a 1 persona

      • Giusy · settembre 17

        sono d’accordo.. ma in generale l’ambito sportivo.. diciamo così.. a quello servirebbe. La questione sportiva va molto oltre l’essere in forma.. ecco perchè i bambini vanno precocemente indirizzati verso lo sport (quello che è oltre il solito calcio)…

        Piace a 1 persona

      • Whisky Cigar and workout · settembre 17

        Purtroppo da buoni guasta feste quali siamo, stiamo rovinando anche quel bellissimo mondo che è lo sport..

        Piace a 1 persona

      • Giusy · settembre 17

        gli interessi… vengono sempre prima.

        Piace a 1 persona

      • Whisky Cigar and workout · settembre 17

        Concordo… Questa è la triste verità

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...